Pavimento LVT, il segreto dei designer per la ristrutturazione leggera

Un pavimento LVT potrebbe essere la soluzione ogni volta che pensi di rinnovare il pavimento ma subito scarti l’idea al solo pensiero degli operai in casa, delle demolizioni e della polvere. Questa soluzione, della quale ti parlo nel seguito, ti sorprenderà in quanto a pulizia, rapidità di posa e risultato.

Ti sto parlando del pavimento LVT, acronimo che sta per Luxury Vinyl Tile, e che è l’evoluzione del pavimento in PVC. Differentemente da questo, che è venduto in rotoli di grande formato, i pavimenti LVT sono commercializzati in piastrelle di dimensioni varie che vanno dal 30 cm x 30 cm al 60 cm x 60 cm, ma anche in formati a imitazione dei listoni del parquet, quali il 20 cm x 120 cm o il 15 cm x 90 cm.

Risultato

Le finiture che un pavimento LVT può avere sono di grande varietà. Si va dai marmi alle pietre al legno, oltre ad una serie di motivi grafici i più diversi. Il risultato è un effetto ottico di impatto, ad imitazione dei materiali reali ma senza la pesantezza e le problematiche che questi portano durante la posa in opera.

Un modo veloce e di una certa eleganza per rinnovare il tuo pavimento, adatto soprattutto se hai pavimenti vecchi o rovinati, o ancora se hai pavimenti diversi affiancati a causa di interventi di demolizione di tramezzi ai quali non è seguita un’opera di pavimentazione.

Rapidità di posa del pavimento LVT

Ma c’è anche un altro punto di forza che risponde in pieno all’esigenza di un rinnovo eseguito in una casa abitata, dove è necessario limitare i disagi che immancabilmente arrecano i lavori edili. Il montaggio del pavimento LVT, infatti, può avvenire con molta facilità, rapidità e pulizia per semplice incollaggio sul pavimento esistente.

Non mancano inoltre pavimenti LVT che si montano ad incastro, flottanti o in semplice appoggio. Dunque il pavimento LVT si presta anche molto bene al fai da te.

Pavimento LVT: conclusioni

Il pavimento LVT è in conclusione un pavimento interessante, di buon impatto estetico, facile e rapido da montare sopra pavimenti esistenti. Ovviamente non può sostituire un vero pavimento in legno o in pietra, ma ne è un interessante surrogato quando non è conveniente intervenire con lavori edili più fastidiosi e costosi.

Immagine tratta dal sito https://residential.tarkett.it/

Potrebbero interessarti anche:

Scegli il piano di lavoro della cucina

Un armadio su misura senza ricorrere al falegname

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *