5 modi di realizzare una cabina armadio in camera da letto

La cabina armadio è un desiderio di molti. Magari perché si vuole eliminare l’ingombro di un armadio, o semplicemente per seguire una moda. Resta il fatto che spesso i clienti ci chiedono se sia possibile realizzare una cabina armadio all’interno della loro camera da letto.

Non sempre, però, è possibile realizzare una cabina armadio. Per prima cosa devi considerare che il regolamento edilizio prevede che una stanza da letto abbia una superficie calpestabile minima di 9 mq. Questo significa che, una volta realizzata la cabina, la superficie netta della stanza dovrà essere superiore a quel valore. Devi sapere inoltre che, per considerarla camera matrimoniale, la superficie minima sale a 14 mq.

Un altro aspetto è quello di preservare il passaggio. Intorno al letto, pertanto, dovremo garantire una fascia di passaggio di almeno 80 cm. Ciò detto, andiamo a vedere le varie configurazioni di cabine armadio che possiamo realizzare.

Cabina armadio in linea

La cabina in linea la puoi realizzare facilmente disponendo le scaffalature in linea e lasciando uno spazio di passaggio di circa 60 cm. In questo modo puoi sfruttare tutta la lunghezza di una parete, che sia quella di fondo o quella laterale, disponendo la porta di accesso dove è possibile metterla. È la forma più basilare di cabina armadio, e anche la meno comoda in quanto a volte i 60 cm per accedere alle varie zone della scaffalatura non sono molto agevoli.

Rimadesio, cabina armadio
Cabina armadio lineare, Rimadesio

Cabina armadio angolare

La cabina angolare necessita di una stanza sufficientemente grande, e spesso viene fornita anche dai mobilieri (in versione mobile, ovviamente) come complemento al loro sistema di armadiature. È possibile realizzarla in muratura, ed è decisamente più comoda di quella in linea per quanto riguarda l’accesso.

Cabina angolare Kuboline
Kuboline, cabina angolare

Su due lati

La cabina su due lati richiede uno spazio ancora più grande. Ci è capitato di realizzarne in ex ripostigli, quindi in vere e proprie mini stanze. Consente un comodo accesso agli abiti, a patto di avere un corridoio centrale sufficientemente largo.

Cabina su due lati, Presotto
Presotto, cabina armadio su due lati

Cabina armadio passante

Una soluzione particolare è la cabina passante, che consiste in un vero e proprio passaggio (corridoio o disimpegno) all’interno del quale vengono poste delle armadiature, aperte o chiuse a seconda del gusto. Viene utilizzata quando si hanno camere da letto piccole ma disimpegni di accesso che consentono il posizionamento di scaffali, e conferiscono alla casa un tocco trendy e moderno.

Cabina passante Ikea
Ikea, cabina armadio passante

Cabina lui/lei

Infine, la cabina lui/lei è una variante di quella in linea, con la differenza che la linea sarà interrotta da una separazione. In pratica costruiremo due cabine in linea adiacenti, andremo a inserire due porte e creeremo di fatto due volumi contenitivi distinti, per lui o per lei.

Cabina lui/lei
Cabina lui/lei, Cose di Casa

Conclusioni

Le soluzioni possono essere tante, le configurazioni sopra descritte possono essere reinterpretate, miscelate o riscritte in base a diverse necessità, all’estro e alla fantasia. E adesso non ti resta che provare a progettare la tua cabina armadio.

Ti potrebbero interessare anche:

Un armadio su misura senza chiamare il falegname

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *