Dividere una stanza senza utilizzare pareti

Dividere una stanza senza utilizzare pareti

Vuoi dividere una stanza in due ambienti ma non vuoi affrontare opere edili? Scopri 5 modi per farlo.

Dividere una stanza con le pareti mobili

Esistono innumerevoli soluzioni in commercio per dividere una stanza in due semplicemente usando delle pareti, lisce o vetrate, oppure costituite da vere e proprie librerie.

I sistemi di chiusura possono essere a battente, a libro, piroettanti o scorrevoli. La parete può in questo modo divenire un vero e proprio elemento di arredo, potendo anche essere un contenitore o uno scaffale.

Maasberg
Shift di Decoma Design
Vista di Massimo Luca

Usare gli arredi per dividere una stanza

Un modo economico per dividere una stanza è quello di usare arredi (anche quelli che già abbiamo) per creare un divisorio. Tipici esempi sono librerie, meglio se a giorno, o armadi. Una cosa da tenere sempre presente, ai fini della sicurezza, è di ancorare tali arredi al pavimento e/o al soffitto in modo da prevenirne il ribaltamento.

Loft di Cattelan
Devina Nais

Soppalco: creare un ambiente sfruttando l’altezza

Se disponi di un ambiente di altezza elevata, puoi pensare di ricavare spazio in più utilizzando un soppalco. Dividere una stanza in questo modo, sfruttando l’altezza, ti consente di fatto di raddoppiare lo spazio a disposizione ma attenzione: occorre verificare, con un architetto o ingegnere, che la cosa sia fattibile sia dal punto di vista statico che dal punto di vista urbanistico.

Ikea, letto su soppalco

Usare le porte a scomparsa

Un ulteriore modo per dividere in due una camera è quello di usare delle porte a scomparsa, magari a tutta altezza, le quali da chiuse sembreranno delle normali pareti, mentre da aperte spariranno nella muratura. Un esempio di questo tipo è dato da un ampio soggiorno in cui si voglia, all’occorrenza, ricavare una camera da letto per gli ospiti.

Utilizzo di schermature

Un modo più leggero e ancora meno invasivo è quello di usare schermature che lascino intravedere ciò che c’è dall’altra parte ma che al tempo stesso creino una separazione ottica tra due zone. Ne esistono di ogni tipo, e si possono realizzare su disegno con un unico limite: la fantasia.

Bloomming

Tutti i segreti per arredare un piccolo bagno

Bagno piccolo: soluzioni

Se hai un piccolo bagno e non sai come arredarlo, sei nel posto giusto. La cattiva notizia è che esistono delle regole di ergonomia da rispettare, pena l’inutilizzabilità del bagno. La buona notizia è che esistono soluzioni salva-spazio che consentono di risolvere brillantemente il problema.

Sanitari sospesi

Cominciamo parlando dei sanitari. Secondo l’ergonomia, per utilizzare comodamente un bidet è necessario che, da ciascuno dei lati di questo, vi siano almeno 20 cm liberi. Buona regola è lasciare 20 cm anche ai lati del WC. Per questo motivo, se vuoi mettere in fila WC e bidet avrai un ingombro in linea di circa 180 cm. Una bella sfida per un piccolo bagno, ma non una sfida impossibile. Puoi anche decidere di disporre WC e bidet uno di fronte all’altro, e limitare l’ingombro in profondità utilizzando sanitari ridotti. Inoltre, puoi rendere il tutto visivamente più leggero usando sanitari sospesi.

Sanitari sospesi Edonè
Edonè
Sanitari sospesi Fable
Fable
Piccolo bagno: GAS sanitari sospesi
Ideal Standard

Mobile lavabo

Per guadagnare spazio puoi anche utilizzare un mobile lavabo contenitore. Lo spazio contenitivo può essere sia sotto il lavabo, con ante e cassetti, o sopra, utilizzando lo spazio dietro lo specchio.

Mobile lavabo contenitore
Mobile lavabo di Ideal Standard
Specchio contenitore
Specchio contenitore ConteCom

Come per i sanitari, anche nella scelta del lavabo è possibile optare per modelli di dimensioni ridotte, ma attenzione a non esagerare: un lavamani è adatto solo se usato occasionalmente, mentre non è adatto se utilizzato quotidianamente. Fai la casa giusta!

Lavamani Ideal Standard
Lavamani Ideal Standard

Il box doccia in un piccolo bagno

Parlando di box doccia, ti consigliamo di utilizzare ante in cristallo trasparente, che danno un’idea di maggiore spazio disponibile, in una delle due varianti normalmente reperibili sul mercato, box doccia vero e proprio o walk-in.

Sfruttare le pareti

Un buon modo per guadagnare ulteriore prezioso spazio è quello di sfruttare le pareti, creando nicchie con il cartongesso. Questa soluzione, oltre al fatto che consente di stipare oggetti senza ingombro, è anche molto elegante dal punto di vista estetico.

Giocare con i rivestimenti

Otticamente è possibile creare dei giochi con il rivestimento, in modo da dare enfasi ad alcune pareti, per esempio incorniciando un elemento come la doccia o il lavabo.

Conclusioni

Tanti sono i modi per arredare un piccolo bagno guadagnando spazio. Le soluzioni in commercio sono numerose e noi ti abbiamo dato solo un piccolo assaggio. Per cui non ti rimane che metterti all’opera alla ricerca della soluzione giusta per te.

Ti potrebbero interessare anche

Un armadio su misura senza chiamare il falegname

Progettare la cucina